Gaetano Miccichè

Rassegna stampa 2014

Intesa Sanpaolo, Miccichè rinnova la filiera dedicata alle imprese

  - Messaggero

Gaetano Miccichè riorganizza il fronte operativo che assiste le imprese clienti di Intesa Sanpaolo. Il direttore generale Corporate dell'istituto milanese-torinese ha varato un piano, condiviso dal ceo Carlo Messina, che ridisegna la divisione con la creazione di altre tre direzioni che si affiancano al merchant banking: International Network e Global Industries, affidata a Teresio Testa, nella quale confluiscono le attività e le strutture della direzione internazionale, Corporate e Public Finance, con a capo Marco Rottigni per rafforzare la leadership al servizio della clientela corporate in Italia, e Global Transaction Banking guidata da Stefano Stangoni, polo aggregante del gruppo per i servizi transazionali nei sistemi di pagamento e per i prodotti e servizi di trade e export finance.

Nell'ambito del rafforzamento della struttura, amministratore delegato di Banca Imi diventa Mauro Micillo mentre Miccichè assume la vicepresidenza. La riscrittura dell'organizzazione è coincisa con una maxi convention svoltasi giovedì 6 in provincia di Treviso e ieri a Venezia che ha coinvolto circa 200 uomini della divisione, più naturalmente la squadra di vertice con Miccichè e Micillo. Alla prima giornata ha preso parte anche Riccardo Donadon, considerato un guru delle start-up, fondatore H-Farm, l'incubatore e acceleratore di nuove iniziative, alla seconda Renzo Rosso (Diesel), Francesco Casoli (Elica), Francesco Pugliese (Conad). «Intesa Sanpaolo è da sempre fortemente impegnata nell'accompagnare le aziende italiane nel loro percorso di crescita dimensionale e di apertura verso il mercato globale - ha spiegato Messina - Gm-zie al nostro network, siamo nelle condizioni di assistere l'espansione oltre confine delle aziende italiane in tutti i principali hub geografici che mostrano i più elevati tassi di sviluppo».

Miccichè ha messo invece l'accento sul nuovo modello di servizio settoriale disegnato sulle diverse tipologie di clienti e sulle loro necessità specifiche. «Saremo in grado di supportare maggiormente le aziende italiane più meritevoli e sviluppare rapporti duraturi con i grandi gruppi globali. Vogliamo inoltre aumentare le sinergie tra linee di finanziamento e prodotti mirati, incrementare le competenze settoriali e di filiera al nostro interno, accrescere il livello di specializzazione e internazionalizzazione e rafforzare i presidi sul territorio, elevando ancora il grado di soddisfazione della nostra clientela».
All'interno della direzione Industries sono stati creati sei settori industriali (Oil & Gas, Power & Utilities, Automotive, Telecom & Media, Infrastuctures e Luxury & Consumer Goods) guidati da altrettanti manager ingaggiati da primarie investment bank a ulteriore conferma dell'interesse e della forza di attrazione che Miccichè esercita sul mercato. Nel corporate e public finance rientrano oltre 2000 aziende italiane, con ricavi superiori a 350 milioni. Resta la direzione Merchant Banking guidata da Marco Cerri-na-Feroni, operante nel private equity anche con Private Equity International e Imi Investimenti.


< torna all'elenco