Gaetano Miccichè

Gaetano Miccichè

Rassegna stampa 2007

Miccichè presidente di Banca Imi

  - Giornale di Sicilia

MILANO. Gaetano Miccichè è il nuovo presidente di Banca Imi. Lo ha nominato ieri il consiglio d'amministrazione dell'istituto. Dovrà curare la fusione con le attività di Caboto dando vita al più importante polo italiano del merchant banking. In questo modo è stato consolidato il suo ruolo di responsabile di tutti gli investimenti della superbanca nata dal matrimonio fra Banca Intesa e Sanpaolo di Torino. Palermitano, 57 anni, Gaetano Miccichè è fratello di Gianfranco, presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana e di Guglielmo, vice presidente della squadra di calcio del Palermo. Dopo quattro anni come responsabile del settore corporate di Banca Intesa è stato promosso a capo di una delle sei divisioni su cui è stato articolato il nuovo colosso del credito guidato da Corrado Passera. A Miccichè farà capo tutto il lavoro di banca d'investimento. Riunirà sotto di sé alcuni dei marchi di maggior prestigio che hanno fatto la storia della finanza italiana. Oltre a Banca Imi e Caboto c'è anche Banca Commerciale. Per capire basterà ricordare che l'Imi (Istituto mobiliare italiano) fu costituito nel 1936, come ente di diritto pubblico da Alberto Beneduce, suocero di Enrico Cuccia e fondatore dell'Iri. Il primo presidente fu il triestino Teodoro Mayer che, nel discorso di insediamento del 14 marzo 1936, annunciò che l'istituto non avrebbe mai effettuato operazioni di natura straordinaria (come il salvataggio di imprese in crisi) ma solo interventi nei confronti di imprese con situazioni patrimoniali ed economiche sostenibili. Quella filosofia vale ancora oggi. L'Imi può contare su un organico di 550 professionisti e una presenza internazionale molto diversificata. Oltre che in Italia, dove ha sede principale a Milano e uffici a Roma, Banca Imi è operativa a Londra e a New York tramite la succursale Banca Imi Securities. Da questa postazione può operare sulla Borsa di Wall Strett e anche sul Cbot di Chicago, il più importante mercato al mondo delle materie prime. Dal settembre 2005 Banca Imi è presente anche in Turchia. Gaetano Miccichè, che ha iniziato la carriera alla Cassa di Risparmio della Sicilia, ha curato alcune delle più importanti operazioni finanziarie effettuate in Italia negli ultimi anni. Come la Piaggio, favorendo l'ingresso di Roberto Colaninno, Fiat, Pirelli e più di recente Prada. È stato il regista finanziario del recupero della Rodriquez di Messina. Attualmente ha in mano il dossier per la privatizzazione di Alitalia.