Gaetano Miccichè

Gaetano Miccichè

Rassegna stampa 2012

Milano festeggia il nuovo Messaggero. Gli auguri di politica, finanza e moda

  - Il Messaggero

MILANO “Il Messaggero è cambiato insieme al Paese. Milano è la capitale della finanza e della moda e la racconteremo come la vede il resto dell’Italia”. Le immagini della storia del quotidiano scorrono veloci e Francesco Gaetano Caltagirone, presidente del gruppo editoriale, lancia la nuova sfida di un giornale completamente rinnovato. “C’era bisogno di un cambiamento nell’Italia che cambia. Oggi ripartiamo per vincere nel futuro”, ribadisce, affiancato da Azzurra Caltagirone, vicepresidente operativa del gruppo editoriale. Parterre della grandi occasioni per la presentazione milanese del quotidiano diretto da Mario Orfeo che ha deciso di puntare sul colore per orientare la scelta degli argomenti, con più pagine di economia e finanza e approfondimenti. A fare gli onori di casa, al Palazzo della Permanente di via Turati, proprio Caltagirone e la figlia Azzurra, accompagnata dal marito Pier Ferdinando Casini. Con loro Alessandro Caltagirone con la moglie. Il direttore Orfeo, affiancato dal vice Osvaldo De Paolini, ha illustrato la filosofia del cambiamento. “Siamo un ponte tra un passato fatto di 134 anni di storia e il futuro – ha detto Orfeo – ma anche un ponte tra Milano e Roma con una completa sinergia tra il giornale di carta e il giornale online. Una finestra aperta sulla società contemporanea”. Il gruppo editoriale era rappresentato anche dall’amministratore delegato del Messaggero Albino Majore, dal direttore generale Alvise Zanardi, dal direttore degli affari istituzionali del gruppo, Fabio Corsico, e con loro Franco Cisco, ad di Piemme. A seguire la presentazione oltre 500 ospiti e il gotha dell’economia, della finanza, della politica, della moda, dell’editoria e della comunicazione milanese. In prima fila tra i politici, oltre a Casini e all’ex ministro Andrea Ronchi, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il presidente della provincia Guido Podestà, il governatore della regione, Roberto Formigoni. Con loro la parlamentare Giulia Cosenza e Isabella Votino, portavoce del segretario della Lega Nord, Roberto Maroni, bloccato in Brianza. Per il mondo delle banca, dell’economia e della finanza l’ad di Unicredit Federico Ghizzoni, il vice presidente di Unicredit Fabrizio Palenzona; Gabriele Galateri, presidente delle Generali; Gaetano Miccichè, direttore generale di Intesa Sanpaolo; il presidente di Pirello, Marco Tronchetti Provera e il numero uno di Investindustrial e presidente della Bpm, Andrea Bonomi (entrati nel salone quasi sottobraccio dopo l’accordo raggiunto nel pomeriggio su Camfin). Inoltre Alberto Nagel di Mediobanca; Rodolfo De Benedetti, amministratore delegato della Cir; Marco Drago e Lorenzo Pellicioli, rispettivamente presidente e ad del Gruppo De Agostini; Bruno Binasco, in rappresentanza del gruppo Gavio. E ancora, Federico Imbert del Credit Suisse, il finanziere Francesco Micheli, Claudio Costamagna, Giulio Malgara, i banchieri d’affari Arnaldo Borghesi e Salvatore Mancuso, gli imprenditori Adriano e Laura Teso. Infine, esponenti della finanza storica di Piazza Affari come Cesare Mozzi, Ettore Fumagalli, Walter Cimatti. Con loro l’avvocato Guido Alleva e i commercialisti Giovanni e Maurizio La Croce. Presenti anche i generali della Guardia di Finanza, Renato Russo e Francesco Greco. Milano è sinonimo di fashion. E anche la moda non è voluta mancare alla festa: da Giovanni Lusini, manager di Peuterey Group, a Margherita Delaurenti de L’Oreal, da Isabella Bonazzi per la griffe Roberto Cavalli, all’esperto di pubblicità Lorenzo Marini. Tanti anche i giornalisti e gli esperti di editoria e comunicazione: dal direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli con il presidente di Rcs Quotidiani, Piergaetano Marchetti, al direttore del Sole 24 Ore, Roberto Napoletano. E con loro il direttore del Gazzettino (Gruppo Caltagirone), Roberto Papetti, Gabriele Capolino consigliere delegato di Class, Massimo Corcione, direttore di Sky Sport, e Luigi Tornari, direttore di Rtl. Rappresentato anche il mondo sportivo: dal presidente della Lega Calcio, Maurizio Beretta, ai calciatori del Milan, Ignazio Abate e Daniele Bonera con le rispettive consorti, accompagnati da Erminio Del Signore. A rappresentare l’Inter Stefano Filucch, braccio destro di Massimo Moratti. Prima dell’inizio in sala anche l’attore e regista Antonio Albanese.